Quello che qui presento, è un breve lavoro, fatto in occasione di un esame universitario. Dedicato alla mia città, lo scritto non ha alcuna pretesa di esaustività, è solo un lavoro …

 

Premessa

 

Tra le consuetudini scritte dell’Italia meridionale primeggiano notoriamente per intrinseco valore e per importanza storica quelle di Bari, …” con questo incipit l’autore Enrico Besta[1] introduce la prima parte relativa alle così dette consuetudini baresi, ritenendole fra gli scritti che maggiormente hanno influenzato la cultura giuridica meridionale per molti secoli.

Abbiamo citato il precedente autore perché il suo testo, insieme a ‘Le consuetudini della città di Bari’ di Teodoro Massa,[2] ci serviranno come guida per una breve analisi sulla situazione giuridica e sulla situazione politica e sociale della città di Bari attorno al periodo che và dalla fine del IX a tutto il XII secolo.

Ambedue i testi da noi presi in considerazione, quello del Besta e quello del Massa, fanno le loro considerazioni a partire dalla medesima fonte ovvero un commento al ‘Corpus consuetudinum Civitatis Barii’ ad opera di Vincenzo Massilla, il quale, “nato ad Atella in Lucania nel 1499, studiò a Napoli e a Salerno. A Napoli si addottorò in diritto.”[3]   Dette consuetudini ci sono giunte solo grazie a questo commento, essendo andate perdute in altra forma.

 Inquadramento Storico

Il Massa ritiene di estrema importanza, al fine di comprendere la formazione delle consuetudini, il periodo che segna la caduta dell’Impero Romano d’Occidente, in quanto in detto periodo “comincia la filtrazione di quei principi e di quegli istituti giuridici che, fondendosi colle norme del diritto romano, doveano dare come risultato ultimo il corpus delle consuetudini cittadine.”[4] .

Bisogna tener presente, sempre seguendo in ciò il Massa, che la città di Bari divenne per l’Impero Romano d’Oriente di enorme importanza strategica, in quanto aveva saputo resistere, e questo almeno sino al 690, alle invasione dei barbari. (altro…)


Scarica qui la locandina : Locandina EVO 2012-2013

Link diretto : http://padrigesuitibari.weebly.com/evo-esercizi-spirituali-nella-vita-ordinaria.html



Discernimento – Locandina 2012


Qui la locandina : percorsi


Qui si può leggere la lettera di presentazione:

 SECOND LIFE – LETTERA


Incontro pubblicoIl documento di riferimento per questo incontro è scaricabile qui: http://www.tracce.it/detail.asp?c=1&p=0&id=2028


E’ un pomeriggio piovoso oggi a Bari, in alcuni momenti la pioggia è venuta giù con improvvisa ed estrema abbondanza. Questo lunedì, inizio dell’ultima settimana di settembre, sembra voler risollevare le anime accaldate di questo caldo mese, facendo scendere repentinamente la temperatura ed annaffiando i cittadini indaffarati per le strade di Bari.

Alle 20,15 Padre Sorge è già nella navata laterale della Cattedrale di San Sabino, intento a scambiare convenevoli con alcuni degli intervenuti. Il previsto inizio alle 20,30 viene ritardato di una diecina di minuti per attendere le persone a cui l’improvviso acquazzone ha creato problemi per giungere in orario.

Dopo una breve presentazione biografica del relatore, fatta da un prelato della diocesi di Bari, padre Sorge comincia la sua chiacchierata, come la definisce dopo poco.

Padre Sorge incomincia con un breve excursus su quelli che ritiene essere i mali odierni presenti nelle città. Sottolinea la mancanza anche delle più semplici regole di convivenza civile, prendendo ad esempio la totale asetticità dei rapporti fra condomini, che spesso in uno stesso stabile non si conoscono fra loro, né intrattengono alcun tipo di relazione che li porti a riconoscersi fra loro (mi sembra di vedere la sindrome di Asperger !).

Per meglio esprimere il concetto che vuole comunicare nella serata, padre Sorge si serve di tre simboli che serviranno da struttura portante dell’intero discorso ovvero ‘la piazza’, ‘il palazzo di città’ ed infine ‘la cattedrale’ . (altro…)


Venerdì 19 novembre, alle ore 18.00 presso l’Aula II, facoltà di Lettere e
Filosofia, Palazzo Ateneo in Piazza Umberto I (Bari), si terrà un incontro organizzato dal Centro Culturale di Bari intitolato “John Henry Newman. La ricerca della verità e le ragioni della certezza”: l’incontro sarà tenuto da Luca Tuninetti della Pontificia Università Urbaniana di Roma.