T.-de-chardin

“Non è necessario saperla molto lunga per accorgersi che il maggior pericolo che possa spaventare l’Umanità non è rappresentato da una qualche catastrofe esterna, la carestia o la peste… ma ben piuttosto da questa malattia spirituale (il flagello più terribile perché il più direttamente antiumano) che sarebbe la perdita del gusto di vivere.”

(Pierre Teilhard de Chardin, Il Fenomeno Umano in: La visione del passato, il Saggiatore, Milano 1973, p. 285)

Annunci