Questo io incapace di aprirsi al noi, puó farlo a partire dal linguaggio che usiamo quotidianamente…

provedivolo

Compassione o conpassione? La regola grammaticale è chiara: prima delle consonanti labiali “b” e “p” va sempre la lettera “m“.

Eppure la regola nella vita non è così  netta.  Le due parole hanno entrambe qualcosa di vero. Iniziamo con  la parolina iniziale “con ”.  Non è poi  da buttar via. Parla di vicinanza,  di presenza. Non ama l’individualismo. Cerca l’apertura e il contatto. Chiede  di schivare la tua immagine  riflessa nello specchio. Litiga con la parolina “io”…

 “Passione” ha più di un  significato. Se la metti  insieme alla “M” ti esce  “Compassione” dal latino “patior”; soffrire, che abbinato al CUM” significa condividere le fatiche, le difficoltà, essere vicini.

Se fai l’errore grammaticale diventa  “con passione” vuol dire  interesse , senso di curiosità e scoperta, talvolta una vera vocazione che ci spinge verso…

View original post 108 altre parole

Annunci